DREAMS, il realizzatore di sogni: Ringraziamenti

set 14, 2012 by

Sono online i primi 3 capitoli del mio nuovo libro DREAMS, Il realizzatore di sogni.

Ringraziamenti

I ringraziamenti vanno alle tante persone che amo e che mi amano.
Questo libro è dedicato a mia madre e a mio padre, due persone uniche, che hanno saputo farmi sognare e senza i quali, io non sarei qui.

Lo dedico alla mia amata, eroica e adorata moglie Silvia, che ogni giorno mi permette di vivere un sogno.

Una dedica speciale va ai miei figli Nicole, Angelica, Maria Vittoria e Michelangelo che sono una fonte inesauribile di ispirazione, crescita e amore.

A mio suocero Leopoldo Giordani, che con il suo esempio è un faro che illumina i miei momenti oscuri.

Al mio primo Pigmalione Dino Pides che tra le tante cose che mi ha insegnato, mi ha dato i riferimenti per definire il mio mantra.

A mio fratello Eros che è stato fondamentale per la mia crescita; un grande esempio di dedizione al lavoro, tenacia e bontà.

Ad Andrea Bordin, direttore commerciale di Golden Group, fonte inesauribile di equilibrio, determinazione e amore.

A Stefano Caselli, direttore vendite di Golden Group, uomo capace di grandi slanci di passione, di grandi risultati e allegria contagiosa.

A Roberta Bollettini, direttore tecnico Golden Group, una certezza di integrità, mescolata a passione e razionalità.

Ad Anselmo Petraroli, un sognatore dal cuore d’oro, che mi ha fatto capire cosa sia l’etica, il rispetto altrui e l’onestà intellettuale.

Un ringraziamento particolare va a Davide Cantelli e Silvia Bergamini, per l’aiuto grafico, di correzione e di pazienza.

Ringraziamenti a tutte le persone che mi hanno insegnato, sostenuto e incoraggiato.

Alberto Gelsumini Alessandra Meschi Alex Bellini
Alfio Bardolla Alfonso Ropa Amelia Torreggiani
Anahid Tajan Andrea Gnuffi Andrea Novi
Andrea Scozzoli Anna Govoni Anthony Robbins
Antonio Franchini Antonio Baldan Antonio Procopio
Arnaldo Piredda Barbara Tringali Barbara Rossi
Bruno Carniato Bruno Vandelli Carlo Chionna
Cinzia Faccio Claudio Battistini Claudio Bighinati
Cristiana Silvestrini Daniele Bellante Daniele Vianello
Daniele Controzorzi Dante Freddi Davide Bresquar
Davide Lucchi Denise Lentini Duccio Sperandio
Edward De Bono Eleonora Tonetti Enrico Guerzoni
Eva Jacob Fabio Lucchi Federica Gazzoli
Federico Taddia Francesco Puppini Gian Luca Bizzarri
Giancarlo Nicosanti Gianna Giordani Gilberto Malaguti
Giorgio Gandellini Giorgio Cavassi Giovanni Poggiali
Giovanni Tersini Giulia Malaguti Giuliano Cattabriga
Giuseppe Sgalaberni Giuseppe Silvestrini Giuseppe Covino
Giusy Tallarico Gualtiero Harrison Guglielmo Giordani
Jeffrey Gitomer Lorella Parmeggiani Lorenzo Tomassini
Loris Zanelli Luca Zucchini Luca Salvi
Luisa Kelescian Manuel Lazzari Marco Baioni
Marco Bruckner Mariagrazia Silvestrini Mariagrazia Contini
Maria Rosa Perez Marzia Malaguti Massimo Senini
Maurizio Ferrari Mauro Lenzi Michele Ropa
Michele Russo Michele Dell”Utri Natasha Malaguti
Nicola Montanari Nicola Rizzoli Nuccio Caffo
Paola De Feudis Paola Giordani Paola Ropa
Paolo Vergnani Paolo Cavazza Paolo Marzetti
Paolo Ruggeri Patrizia Tumini Paul Watzlawick
Raimondo Fantoni Red Ronnie Remo Giordani
Riccardo Gelsumini Riccardo Giordani Roberto Fontanelli
Roberto Re Roberto Rolfi Rocco Stradiotti
Salvatore Reina Sanà Afroze Sandro Trapella
Sebastiano Zanolli Silvia Fellinger Simona Zanarelli
Stefano Giordani Stephen Covey Sylwia Kurkowska
Virginia Tulini

www.atoledo.com

Related Posts

Share This

  • Maria Chiara

    L’esercizio è molto interessante e aiuta a capire l’importanza dell’equilibrare gli aspetti della colpevolizzazione (meglio responsabilizzazione) di se stessi e della responsabilizzazione dell’altro. Allo stesso tempo però mette in luce la necessità che vi sia un aiuto per la realizzazione degli obiettivi che provenga dall’esterno e sia valido (se io faccio domande ma non trovo risposte o trovo risposte che non aiutano ma disorientano rischio di allontanarmi dall’obiettivo). Insomma bisogna essere strategici anche nel porre le domande!!

    • Davide

      Ciao Chiara, per la realizzazione dei propri obiettivi c’è sempre l’aiuto dall’esterno.
      Mi spiego meglio.
      Se il tuo obiettivo è quello di imparare ad andare a ballare la salsa ti aiuteranno:
      (non in sequenza logica)
      l’istruttore di salsa
      chi ti ha informato del corso
      chi ha scritto la pubblicità del corso
      chi l’ha stampata
      il partner con cui ti eserciti
      etc.
      Fare domande al 99% porta ad avere risposte.
      In ogni risposta trova ciò che ti serve e tralascia cosa invece non ti serve.
      Si. Bisogna essere strategici anche nel porre domande.
      La maggior parte delle persone vive di affermazioni perché nessuno ci ha mai insegnato a fare domande.
      E’ attraverso le domande che cresciamo e miglioriamo.

      A proposito di domande, ti sei mai domandata perché i bambini fanno tante domande ?

      scrivimi ancora

      Ciao
      Davide

  • franco

    Io credo che noi… NON siamo esseri umani che vivono un’esperienza spirituale, ma altresì SIAMO ESSERI SPIRITUALI che vivono un’esperienza umana… !!
    Il nostro corpo LIMITA il NOSTRO ESSERE !! Il NOSTRO ESSERE ha in sè TUTTI gli STATI MENTALI, come ad esempio l’amore o l’odio, l’inferno o il paradiso, la pace, l’ira, la rabbia, la tranquillità,ecc. ecc. cosi come IL FALLIMENTO O IL SUCCESSO !! Tutti questi STATI MENTALI li tiriamo fuori ogni qualvolta si creano le giuste condizioni !! EBBENE x concludere, PENSO che IL SUO LIBRO , POSSA aiutare noi tutti a creare le condizioni giuste x REALIZZARE I NOSTRI SOGNI, e quindi ESSERE persone VINCENTI !! GRAZIE……….

  • vincenzo

    Mi identifico perfettamente in alcune pagine del libro, sembra che l’autore mi conosca. Sono incuriosito e valuterò l’acquisto.

  • dino corrocher

    Indispensabile, lettura scorrevole, sarà un’ottimo Libro.
    Credo sia un libro da leggere in forma cartacea, (utti i grandi libri per me vanno letti in forma cartacea)perchè un grande libro deve essere toccato, assaporato, gustato, respirato a volte strapazzato per poi assorbirlo e farlo diventare esperienza.

    • Davide

      Ciao Dino,
      grazie dei complimenti.
      Poi detto da una persona come te con la quale condivido il lavoro e la bellissima esperienza di avere una famiglia con quattro figli è il massimo.

      Un grande libro dici ?
      vedremo, io sono convinto che un grande libro lo facciano i lettori.

      sul fatto della carta ti do ragione anch’io amo ancora la carta stampata.
      è proprio vero la puoi gustare, assaporare, strapazzare.
      è tuo insomma.

      scrivimi ancora e se ti va condividi il link con i tuoi contatti
      http://www.davidemalaguti.com/scarica-i-primi-3-capitoli-del-mio-nuovo-libro-dreams/

      al prossimo incontro

      Davide

  • domenico

    ho letto, facendo gli esercizi, più di una volta i 3 capitoli gratuiti scaricati. mi metto in “moto” per comprare il libro e farò del tutto per mettere in pratica quanto riuscirò a trarne. altrimenti farò del tutto per incontrarti a qualche seminario. sei crudo e diretto. vorrei tanto vincere e poi dare battaglia, vorrei tanto assicurare un sogno alla mia famiglia, vorrei… che i miei sogni si avverassero, ho capito, dipende da me. viva la vita.

    • Davide

      Grande Domenico.
      La ripetizione porta alla quasi “perfezione”.
      per perfezione intendo migliorare sempre più, non esiste la perfezione e sarebbe anche una vita monotona.
      è invece utile anche sbagliare qualche volta (poche ci si augura)

      Mi fa un gran piacere che tu abbia deciso di metterti in “moto”. Ricordati di farlo ogni giorno :-)

      Il 19-20-21 ottobre a Bologna c’è il corso DREAMS dove viene svelato l’ingrediente “segreto”.

      se vuoi approfondire
      http://www.goldengroup.biz/servizi-golden-group/formazione/corso-dreams/

      mi dici che sono crudo e diretto. crudo = acerbo ? :-)
      sai domenico, non mi piacciono i giri di parole, per questo sono diretto.

      citi sun tzu “l’esercito vittorioso prima si assicura la vittoria poi dà battaglia”, ottime letture.

      hai ragione dipende da te
      scrivimi ancora e se ti va condividi il link con i tuoi contatti
      http://www.davidemalaguti.com/scarica-i-primi-3-capitoli-del-mio-nuovo-libro-dreams/

      come dici tu “viva la vita”

      Davide

  • http://www.nobelflex.it Claudio

    Gentile Sig. Malaguti, trovo il suo un libro molto interessante, molto attraente sotto l’aspetto culturale e formativo. Ho letto solo i primi 3 capitoli e purtroppo ancora oggi non sono riuscito in alcune librerie a trovare il suo libro.
    Credo e spero che le sue scritture possano essere almeno di sprono e di aiuto per tutti coloro che mancano di audacia e caparbieta’.
    Cordialmente, La ringrazio e La saluto.

    • Davide

      Ciao Claudio,
      grazie dei complimenti.

      Per la libreria abbi ancora un po’ di pazienza nel frattempo potresti, se non lo hai già fatto, dare un tuo parere sul sondaggio
      http://www.davidemalaguti.com/sondaggio-dreams/

      Un po’ di sprono lo saranno poi è la costanza che fa il resto.

      scrivimi ancora e se ti va condividi il link con i tuoi contatti
      http://www.davidemalaguti.com/scarica-i-primi-3-capitoli-del-mio-nuovo-libro-dreams/

      grazie a te

      Davide

      • claudio

        salve sig. Malaguti,
        la ringrazio per avermi risposto. le volevo chiedere se fara’ o ha mai pensato di fare un meeting qui in puglia. ho riflettuto sul suo libro, il primo insegnamento che ho appreso e’ quello che bisogna pensare positivo in cio’ che si fa o si crede, solo in questo modo si riuscira’ a trarne un risultato positivo’. il suo come quello di sun-tzu anche se formalmente diversi fra loro e’ un libro che aiuta ed insegna a combattere la battaglia della vita quotidiana. sono impaziente di poter finire di leggerlo al piu’ presto.
        cordiali saluti
        claudio terragno

  • Davide

    ciao

    • Davide

      ciao anche a te.

  • Roberto Rolfi

    Lettura scorrevole e coinvolgente. Rendersi parte attiva scrivendo oltre che leggendo, aiuta la comprensione e soprattutto agevola l’apprendimento. Ho avuto la fortuna di averti come formatore, ma anche chi ancora non ha sperimentato questa esperienza, trarrà grande beneficio dalla lettura di Dreams. Realizzare i propri sogni non solo è possibile, oggi penso sia doveroso. Questo libro darà la possibilità a moltissime persone di trovare il sorriso della consapevolezza nel sapere che possono realizzare i propri sogni anche grazie alla lettura di questo libro. Complimenti Davide!

    • Davide

      Ciao Roberto, anzi Coach.

      il tuo commento è perfetto.

      grazie ancora per quello che stai facendo per me.

      un abbraccio

      davide

  • Natalia

    Salve, Sig. Davide Malaguti aspettavo mi rispondesse alla mail che Le avevo inviato :( in cui Le chiedevo se poteva fare qualcosa per me :)nella mail trovera’ il nome e capira’ che sono io l’interessata, perche’ vedra’ anche la mia mail.. Le ho mandato con questa pagina la mail spero proprio l’abbia ricevuta :) Grazie Mille! Salve! :)

    • Davide

      Ciao Natalia, la tua mail l’ho letta.
      Ti faccio una domanda, hai letto i primi 3 capitoli ?

      Rispondimi qui,
      di email ne ricevo un numero altissimo e non rispondo a tutti.

      Davide

  • Vincenzo

    Originale e interessante anche se non condivido alcuni concetti.

  • Stefano

    Buongioro Davide, oppure CIAO, non so cosa preferisci, magari me lo fairai sapere. Ci conosciamo poco (ritengo che non esistano sconosciuti ma solo persone da conoscere o con le quali approfondire la conoscenza ), sono capitato sul tuo libro tramite un amico che stimo e quindi non potevo non investire un po’ di tempo per CONOSCERE meglio e APPROFONDIRE cosa lo aveva messo nelle condizioni di dare il meglio di se in questi ultimi anni , perche’ questo ho notato ultimamente inAndrea , che non vedevo da un po’ di tempo. Quindi ho letto le prime 50 pagine del tuo,libro , e che dire Ok , Bello ! O meglio UTILE , PRATICO , ho,apprezzato il tuo libro, al di la dei concetti che condivido ma che magari trovi in tanti altri,libri o senti da tanti formatori, il tuo libro ” METTE IN MOTO ” stimola le persone a fare il primo passo , questo fa la differenza, oggi la formazione e’ inflazionata e tante volte teorica e retorica, nel tuo libro percepisco la volontà di fare uscire da ogni persona qualcosa, quindi metterla nelle condizioni di FARE, non solo,di pensarebe e sognare, certo tutto,parte dal sogno dal desiderio senno riesco ad immaginare cio’ che voglio difficilmente lo otterro’, quindi concordo che i nostri pensieri fanno la differenza, ma troppe persone si fermano li pensano, sognano ma non realizzano, perché non riescono a fare ” the forse step ” … Il tuo libro aiuta a far questo , quindi per me e’ OK. Ti saluto , adesso,devo andare a fare 30 minuti di jogging prima di prepararmi per un’altra splendida giornata. Ciao spero di non averti annoiato. Grazie per aver contribuito a far uscire il meglio del mio,amico Andrea.

    • Davide

      Ciao Stefano,
      il CIAO va benissimo.
      Preferisco il tu al lei.
      Non amo particolarmente i formalismi.
      Non so a che Andrea ti riferisci, scrivimelo per favore, in questo modo saprò chi ringraziare per averti messo a conoscenza del libro.
      Mi piace la frase il mio libro “METTE IN MOTO”.
      CIò che scrivi è vero.
      A molte persone manca di AGIRE, ossia la cosa che fa la grande differenza.

      Quando mi hai scritto erano le 4.30 di mattina quindi deduco che vai a correre presto.
      Complimenti.

      se ti va condividi il link con i tuoi contatti
      http://www.davidemalaguti.com/scarica-i-primi-3-capitoli-del-mio-nuovo-libro-dreams/

      grazie

      davide

  • Stefano

    Ciao Davide,
    alla fine dei tre capitoli omaggio hai chiesto esplicitamente di avere un feedback, è per questo che scrivo il presente, con l’intenzione di fare una critica costruttiva.
    I tre capitoli non mi hanno motivato all’acquisto, non mi hanno persuaso che sia un buon investimento, non mi hanno convinto che puoi aiutare a realizzare i sogni.
    Non sono stato incuriosito dallo stratagemma del dichiarare la conoscenza di un ingrediente segreto che non viene nominato, perché in genere è il modo che si usa per nascondere di non aver nulla di valore da svelare.
    La gente è stanca di promesse non mantenute, di persone che vogliono sembrare filantropi e rendere felice il prossimo mentre in realtà vogliono solo venderti qualcosa.
    Non sto dicendo che tu sia così, sto dicendo che non mi hai dato elementi per credere che tu sia diverso da così.
    Spero che questo feedback ti sia in qualche modo utile, se non fosse con questa intenzione non avrei neppure perso tempo a scriverti.

    • Davide

      Ciao Stefano, grazie per la schiettezza.
      Quando si scrive ci espone alle critiche ed è giusto così.
      Sei in buona compagnia di quell’8% di persone che hanno risposto al sondaggio:
      “Un libro come tanti”,
      oppure al 6% di quelli che hanno risposto:
      “Non mi è piaciuto”.
      Mi dispiace di non essere riuscito ad incuriosirti così come è stato per il 41% che ha risposto:
      “Bellissimo, lo comprerò”.
      Vedi Stefano, io sono una persona normale, con le mie paure, le mie insicurezze che è riuscito a realizzare molti dei sogni che aveva.
      L’ingrediente segreto esiste e le persone che hanno già partecipato alla prima edizione del corso DREAMS conoscevano già l’ingrediente segreto, ma non lo utilizzavano a sufficienza.
      Non sono un filantropo e non vendo niente.
      Alla gente non piace che gli sia venduto alcunchè ma adorano comprare.
      Immagino che anche tu faccia degli acquisti e quelli che maggiormente ti hanno dato soddisfazione sono quelli dove nessuno ha cercato di venderti o forzarti all’acquisto.
      La prossima edizione del corso DREAMS ha 16 iscritti che nessuno ha obbligato a partecipare, investono tempo e denaro per migliorare.
      La cosa che tiene lontano dal miglioramento è lo scetticismo e te lo dico per esperienza personale in quanto lo sono stato per diverso tempo.

      Grazie per il feed-back costruttivo e diretto.

      davide

  • MARISOLE

    Ciao Davide,
    Ti ascolto e ti leggo e ritrovo dentro di me quelle stesse parole e quegli stessi pensieri e sensazioni, magari mai espressi, mai interamente riconosciuti e poi eccoli lì, un bel giorno qualcuno finalmente ha il coraggio di svegliarti, di richiamarti alla consapevolezza.
    Potrei dire “Sono convinta che ognuno abbia la vita che vuole vivere” ma ahimè non del tutto. Sono anche convinta che gli eventi, gli altri esseri umani che ci circondano, a volte riescano ad insinuarsi silenziosamente e subdolamente tra il nostro animo e lo strato di pelle esposta all’esterno e a portarci fuori dal percorso che si era intrapreso. Non te ne accorgi, ti distrai un attimo e….il danno è fatto. E ogni volta, ovviamente se sei fortunato e realizzi che la luce che stavi seguendo ha cambiato nuance, devi ricominciare, di nuovo, ed è sempre una fatica maggiore.
    Così, un po’ di riflessioni forse anche sconnesse ma che credevo valesse la pena di mettere per iscritto per mettere un po’ a frutto il tuo insegnamento e, come dici tu, per conoscermi un po’ meglio.
    Grazie per il tuo sorriso e la grande carica positiva

    • Davide

      Ciao Marisole,
      le tue parole sono dense di passione ed emozioni positive.
      Ad un certo punto ti lasci andare ad un certo pessimismo.
      Quando dici – “Non te ne accorgi, ti distrai un attimo e….il danno è fatto.” – 1. Non te ne accorgi o non te ne vuoi accorgere ? Ci sono indicatori che ci dicono come stanno andando le cose, a volte facciamo finta di non vederli, non vogliamo che siano così. Il dato di fatto è un altro quando sono arrivato a 83 kg non ci sono arrivato in un “attimo” ci sono arrivato grammo dopo grammo, etto dopo etto, kg dopo kg. per tornare a un peso quasi forma di oggi 74 kg mi ci sono voluti 4 anni di allenamento. Tutti i martedì mattina alle 7 (per non togliere tempo al lavoro) con un personal trainer + 1/2 allenamenti alla settimana da solo. Era faticoso, come dici tu, a volte molto faticoso, hai ragione, ma la soddisfazione di sentirsi in forma ed ESSERE pieno di Energia, valeva quella fatica.
      Vedi Marisole, bisogna essere disposti a “pagare” il prezzo di ciò a cui si ambisce.
      Per scrivere questo libro la mia sveglia suonava tutti i giorni alle 6.06 e per un ora circa scrivevo.
      Poi, accompagnavo a scuola le mie adorate figlie.
      Alcune volte scrivevo alla notte, per non togliere tempo alle persone che amo.
      L’errore che facciamo, anch’io faccio, è lasciare andare avanti nel tempo una cosa che non ci va bene sperando che si aggiusti da sola.
      Non succederà. Non succederà per la maggior parte dei casi.
      E se succederà senza che tu abbia preso la decisione sarà perchè qualcun altro ha deciso per te.
      Per un ex pessimista come me, un ex superstizioso come me è stato molto difficile credere nel concetto della proattività.
      Ora è diventato uno dei miei piedistalli di questa bellissima avventura che si chiama vita.
      Prendersi il tempo per riflettere non è mai tempo perso Marisole, anzi, complimenti, in pochi lo fanno.
      Molti corrono dentro alla “ruota del criceto”.
      Il libro “Il gabbiano Jonathan Livingstone” di Richard Bach è una lettura che ti consiglio, se ancora non l’hai fatta.

      Grazie a te per avermi scritto, continua a farlo se ti va.

      davide

  • Mauro Stella

    Ciao Davide (ti do del tu, per me che sono Sudamericano è più facile e abituale), ho letto i primi capitoli del tuo libro e ho capito che dobbiamo agire e non procrastinare per aver successo. Il mio unico dubbio è che il libro sia come quelli che oggi giorno trovi (a centinai) nelle librerie, e che dicono tutti le stesse cose, promettono il cielo in terra (fanno molta teoria), ma poi è tutto fummo e niente arrosto. E credimi libri di questo genere ne ho letti in quantità; spero che il tuo libro sia diverso, penso che sei una persona per bene, e che non vuoi prendere in giro alla gente.
    Ad ogni modo grazie per contribuire a fare realtà i sogni delle persone.
    Cordiali saluti Mauro

    • Davide

      Ciao Mauro,
      i tuoi dubbi sono legittimi.
      Hai ragione in libreria ci sono centinaia di libri che dicono le stesse cose.
      Oramai sul tema della crescita personale anch’io ne ho letti centinaia, di autori sconosciuti e di quelli più famosi.
      Io adoro leggere.
      Quand’ero piccolo leggevo Topolino.
      Li avevo tutti. Dopo averli letti, di tanto in tanto ne prendevo uno che avevo letto mesi prima per il gusto di vedere se e cosa mi ricordavo. C’erano storie che mi ricordavo perfettamente e altre che non ricordavo per nulla. C’erano punti che non ricordavano e che mi facevano assaporare la storia in un altro modo.
      Vedi Mauro, io considero i libri come l’alimento primo per la crescita del cervello.
      A volte prendo in mano un libro cha avevo letto anni prima e mi appassiono nuovamente trovando passaggi e concetti che allora non “vedevo” e che mi sono stati poi molto utili; a volte prendo in mano un libro che mi aveva appassionato e che invece non mi “dice” più niente.
      Un autore non prende in giro nessuno.
      In primis un autore scrive per se stesso, perchè ha la necessità di mettere nero su bianco quello che pensa.
      Se poi viene apprezzatto tanto meglio.
      Nel mio libro DREAMS ci sono concetti, esercizi e strategie che mi hanno permesso di essere la persona che sono:
      una persona felice, contornato da persone positive, persone che amo e che mi amano.
      Nel libro, quando uscirà troverai l’ingrediente principale per realizzare i tuoi sogni e per aiutare gli altri a fare lo stesso.
      Nelle migliaia di ore di formazione e training ho avuto come obiettivo principale quello di lasciare i partecipanti meglio di quando erano arrivati e con dei concetti pratici da applicare da subito per migliorare la loro vita.

      Muchas gracias y si quieres escriveme otra vez

      Suerte

      davide