Conosci i tuoi limiti?

31 Agosto 2021 Malaguti_admin

Hai mai pensato a cosa sia per te lo sport?
Per me è linfa vitale. È sfida, allenamento, sudore, traguardi, sogni.

L’organismo ne riceve benefici dal punto di vista del tono muscolare, del controllo del peso, della circolazione. Tenersi allenati fa bene all’umore: aiuta a scaricare lo stress e la tensione, a tenere sotto controllo l’ansia, in definitiva, a sentirsi meglio.
Inoltre, sviluppare la resistenza fisica e psichica alla fatica e potenziare la forza di volontà grazie alla pratica costante dell’allenamento, generano un miglioramento della fiducia in sé stessi e un innalzamento dell’autostima personale.

Quando fai sport, non puoi mentire a te stesso, hai un filo diretto col tuo corpo, devi solo saperlo ascoltare.
Per questo, lo sport è la metafora della vita: un percorso lungo il quale ci sei tu con cervello, tendini, muscoli, cuore e…i tuoi obiettivi da raggiungere.

Porsi dei traguardi, infatti, sviluppare spirito di sacrificio, competere con se stesso e con gli altri, aiuta a sviluppare le proprie capacità e ad allenare la propria resistenza.

Perché è così importante il concetto di resistenza?

Perché è la chiave che lega e pone in comunicazione corpo e mente: solo mettendo alla prova il tuo corpo, solo preparandolo a superare i propri limiti, potrai allenare il tuo fantastico cervello a raggiungere qualsiasi obiettivo, anche quelli che ti sembrano più lontani.

Nella vita, così proprio come nello sport, l’ottenimento di un risultato non deriverà solo dalle risorse che avrai a disposizione, da un corpo preparato, da muscoli e da tendini ma, soprattutto, da come la tua mente sarà allenata ad affrontare le sfide, a resistere ai cambiamenti.

Anche Joseph Rudyard Kipling, nella sua celebre poesia “If…”, pone l’accento su quanto conti la volontà nel percorso che porta al superamento dei propri limiti e ti invita a riflettere su come potrai trovare un senso alla tua vita solo Se…
Se saprai piegare cuore, nervi e tendini
per servire il tuo scopo quando sono da tempo sfiniti,
E a tenere duro quando in te non c’è più nulla
Se non la Volontà che dice loro: “Tenete duro!”

Ecco, il potere della volontà, della mente sul corpo.

Un potere che puoi allenare solo tramite lo spot, tramite un allenamento costante che ti prepari ad affrontare una sfida ben più importante di un salto in alto o di una maratona: la sfida della vita!

La volontà, la resistenza ai colpi, la forza mentale è qualcosa che va potenziata e che, a differenza del tono muscolare, che col tempo tende a perdere in efficacia, può solo crescere sempre di più.
Pietro Trabucchi, psicologo che si occupa da sempre di prestazioni sportive e discipline di resistenza, ha dedicato all’argomento un libro dal titolo “Perseverare è umano”.
“Il mondo dello sport estremizza la necessità di resilienza. Dimostra con i fatti che la resilienza psicologica può essere appresa e migliorata. Ecco ciò che rende lo sport interessante per tutta la vita: il fisico, anche se allenato, declina. Ma la forza mentale può continuare a crescere sino all’ultimo”.

Secondo Trabucchi, potenziare la resilienza può aiutarti ad affrontare in modo diverso la vita quotidiana.
“Sembrerà banale ricordarlo, ma non dimentichiamo mai quanto è importante l’impegno. L’idea che qualcuno ce la fa perché ha talento, perché “è dotato” spinge a essere fatalisti, passivi e rassegnati. È molto comodo pensare che il successo dipenda da qualcosa di già scritto, dal destino, dalla fortuna, dal talento, dal patrimonio genetico o dal segno zodiacale”.

Anche l’impegno, come la resilienza, non è una capacità innata ma una caratteristica che va sviluppata attraverso il potenziamento di un determinato mindset.
Per far questo, non occorre essere un supereroe, basta imparare ad ascoltare i messaggi che corpo e mente sono in grado di inviarti e riuscire a consolidare una tua strategia personale.

, , ,

DAVIDE MALAGUTI

Imprenditore | Coach | Autore

    © 2020 DAVIDE MALAGUTI, TUTTI I DIRITTI RISERVATI

    Design by Alternative Group

    Privacy PolicyCookie Policy

    contact-section