CARO IMPRENDITORE: QUANTO CI COSTA QUESTA CRISI?

7 Luglio 2020
Posted in News
7 Luglio 2020 Davide Malaguti

Caro Imprenditore, cara Imprenditrice hai ragionato su quanto ti costerà questo STOP ?

Bene, è il momento di farlo perché non appena le cose torneranno alla normalità, Noi, che siamo il motore dell’economia avremo il compito, come è sempre successo, di rimboccarci le maniche insieme ai Nostri Leali Dipendenti e Collaboratori, di far ripartire l’Italia, se ci saremo ancora.

VEDIAMO Come ESSERCI ANCORA nonostante la crisi.

 

1. ATTIENITI A TUTTE LE DISPOSIZIONI GOVERNATIVE IN MODO RESPONSABILE

La salute viene prima di tutto e anche la tua etica contribuisce ad una più veloce soluzione

 

2. NON FERMARE LA MACCHINA PRODUTTIVA

Può sembrare banale, ma lo sconforto di mandare tutti a quel paese peggiora solo le cose.

Se tieni la macchina anche alla minima velocità, appena si riparte, avrai l’abbrivio per recuperare il terreno perduto più velocemente.

 

3. CONTINUA AD INCONTRARE CLIENTI E FORNITORI SIA DI PERSONA CHE ATTRAVERSO VIDEOCONFERENZA

Considera questo periodo come il mese di agosto, o quello dove, per stagionalità, lavori meno.

Rimani aperto alle novità.

Ricevi i tuoi fornitori abituali e ascolta quelli nuovi.

Sii presente ai tuoi clienti.

Telefona, incontrali dove possibile, dai loro supporto, aiuto e condizioni favorevoli. 4. NON RIMANDARE INVESTIMENTI

Rimandare gli investimenti aumenta il tuo divario con i competitor che non si sono fermati.

 

5. FAI RIUNIONI CON IL TUO STAFF (via web o telefono)

Ascolta le tue persone come non hai fatto prima, dalle grandi crisi vengono grandi opportunità.

Fai in modo che le persone coinvolte portino nuove idee e premiale.

 

6. ANALIZZA I DATI COME NON HAI FATTO FINO AD ORA

È il momento migliore per verificare qual’è il tuo stato di salute Aziendale.

Analizza con i tuoi consulenti i dati più salienti della tua attività.

È come fare un check up: “esami del sangue, elettrocardiogramma, plicometria, encefalogramma”

 

7. STUDIA E ALLENATI

Non lasciare che i tuoi muscoli cerebrali si atrofizzino, leggi libri, ascolta podcast, guarda video motivazionali, partecipa a webinar.

Il tuo cervello, se non lo utilizzi, lo atrofizzi.

 

8. SVAGATI

Fai una passeggiata in solitaria o con la persona che ami, coi tuoi figli (sempre che non proibiscano anche questo)

Fai meditazione o almeno provaci

Fai qualcosa di diverso che solchi il tuo fantastico cervello in modo diversoAnteprima modifiche (si apre in una nuova scheda)

 

9. CREA NUOVI PRODOTTI E SERVIZI

Chiedi ai tuoi clienti che cosa manca secondo loro sul mercato e, anche se non è attinente al tuo, prendi spunti.

Progetta nuove visioni e nuovi scenari per la tua attività.

 

10. CALCOLA QUANTO TI STA COSTANDO QUESTA CRISI

Si devi essere consapevole di quanto, questa crisi ti sta costando in termini emotivi, fisici, economici.

Scrivi una cifra precisa e aggiornala costantemente.

Pubblicala sui social se te la senti, in modo che anche chi non fa impresa, si renda conto di cosa succede nella vita di chi fa il tuo lavoro.

Nei doveri dell’imprenditore, dell’imprenditrice c’è quello di comportarsi come un buon padre, una buona madre (non c’è scritto ma lo aggiungo io) di famiglia.

Ecco, così come tutti i lavoratori autonomi, se non lavori non guadagni.

Devi avere la consapevolezza per quanto tempo puoi reggere questa situazione e, se riesci a reggerla, quanto tempo ti servirà per tornare ai livelli precedenti, per garantire un futuro ai tuoi famigliari, per garantire un futuro ai tuoi collaboratori e dipendenti.

 

10+1. NON ASCOLTARE LE CASSANDRE

L’Italia ha le aziende più longeve al mondo che esistono da 1.000 anni

  • Le prime due sono Giapponesi e la terza Italiana le “Fonderie Marinelli” in Molise che fanno campane per tutti i campanili del mondo.
  • I vinattieri Ricasoli e Antinori in Toscana
  • I Barovier & Toso a Murano

 

Quindi abbi Fede, puoi superare questa crisi.

COACH DAVIDE MALAGUTI

DAVIDE MALAGUTI

Imprenditore | Coach | Autore

    © 2020 DAVIDE MALAGUTI, TUTTI I DIRITTI RISERVATI

    Design by Alternative Group

    contact-section